Per contatti scrivi a

webmaster@ingecom.it

I nostri ERP/CRM

SELENE Pharma

Titolo

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait.

Archivio per categoria Senza categoria

Azienda Bio

A tavola con noi: naturali come la bontà, buoni come la natura!

Questa è un’azienda a conduzione familiare che offre il meglio della terra e della tradizione delle terre del vesuviano. Tutti i prodotti che offre sono accuratamente selezionati, quindi garanzia di freschezza e qualità. Le coltivazioni sono prive di prodotti chimici e pesticidi, l’azienda tiene a cuore il rispetto dell’ambiente e la salute di ogni cliente. Viene messa al primo posto la genuinità di ogni singolo prodotto. Ciò che offriamo è pensato appositamente per tutti coloro che dedicano attenzione alla propria salute e che scelgono di portare alla propria tavola soltanto il meglio!
Questa è l’azienda agricola “s.p.a.trizia Rippa Mariano” .

Iscriviti alla newsletter! È importante per noi tenere aggiornati gli utenti rispetto al tipo di prodotti che offriamo in un determinato periodo, tenendo conto della stagionalità. Quindi iscrivetevi per non perdervi alcuna novità sui nostri prodotti e sulle ricette che ogni giorno consigliamo!

  • Chi siamo
  • I nostri prodotti
  • Ricette
  • Dove siamo e come trovarci
  • Lavora con noi
  • Contatti e referenze

Origami -Blog

Origami è l’arte di piegare la carta, un arte tanto antica quanto moderna, un arte che si perfeziona costantemente in ogni piega di ogni modello.


“Quando si piega, il rituale e l’atto creativo sono più importanti del risultato finale: quando le tue mani sono occupate il tuo cuore è sereno” Akira Yoshizawa


Il Mio Account

Immagine della settimana di : C.Rossi

Non sei ancora registrato? Registrati per avere la possibilità di condividere i tuoi schemi e modelli personali e poter partecipare al contest del modello della settimana!

FilosofiaPornoCultura

La Sapiosexual Blog

  1. Registrati
  2. Community
  3. Le mie storie Sapio/Sexual!
  4. Le vostre storie
  5. Biblioteca
  6. Chat di gruppo
  7. Messagger
  8. Regolamento
  9. Contattami

Porno e filosofia?

Che storia è mai questa??
Eppure tra tanti feticismi.. c’è anche la cultura!
In questo caso la filosofia la madre (l’origine) di tutte le scienze!
Forse la domanda che ti poni è perché sei qui?
Forse per curiosità?
Forse per noia?
O forse ti stuzzica l’idea di scoprire cosa si tratta..

Eccitarti per ciò che ti piace?

Che male c’è se provi piacere per un qualcosa che non sia solo fisico?
A me è capitato di eccitarmi nel leggere (o parlare o ascoltare) un argomento che mi interessava.
Non ti eccita l’idea che un qualcosa o un qualcuno riesca a darti qualche stimolo senza neanche toccarti?
Hai presente quella sensazione di piacere nel possedere quella cosa o persona non a livello fisico..ma mentale, in qualche modo non ti fa sentire più potente? O non ti fa godere?
Io mi sento così ogni volta che parlo o leggo un qualcosa che riguarda la filosofia o Nietzsche.. 

Sei pronto a giocare?

Registrati così non solo avrai la possibilità di condividere le tue esperienze porno ed intellettuali .. ma avrai anche la possibilità di seguire le mie avventure!
O semplicemente avrai la possibilità di fare nuove conoscenza grazie alla mia community e chat di gruppo. 

Ma io chi sono e cosa ho di diverso?

•Sono una ragazza di 19 anni, che ama sia il sesso e sia la cultura.

•Ma a volte capita che non riesco a scindere dalle due cose. Cosa ho rispetto alle altre ragazze? Se voglio posso eccitarti senza neanche toccarti o mostrarmi nuda..Non ci credi? Perciò ti invito a seguire le mie avventure saphioporno! Clicca sul link..

•Oppure..racconta tu e prova ad eccitarmi. Sappi solo che mi eccito con pochi.. vediamo se tu ci riesci. 
Newsletter!
Iscriviti alle nostre newsletter per ricevere i seguenti aggiornamenti:
  1. Pubblicazione di un nuovo capitolo delle tue storie,salvate nei preferiti,
  2. I nuovi arrivi della biblioteca,
  3. Aggiornamenti in generale del sito

Le mie storie Sapio/Sexual!

Recconti veri:
1.   
L’archeologo:
  
 Avevo ancora 18 anni quando ho conosciuto Gianmarco ....
Fanfiction:
1.
Innamorato di una docente universitaria:

( Premessa:
in questa storia completamente inventata, mi ritrovo collocata in un futuro prossimo, dove ricopro il ruolo di un docente universitario, (di avviamento del pensiero filosofico) a Fisciano.
Il personaggio principale è un ragazzo che si chiama marco.
Intorno a  questo personaggio, si svolgerà tutta la narrazione della storia.
Sarà il filo conduttore che ci porterà alla scoperta non solo del mio personaggio, ma anche di altri.E non solo!
Ma alla scoperta della filosofia!

“Che cos’è?”

-Socrate

Vi anticipo già che la mia aspirazione futura non è quella di diventare un docente universitario, ma di proclamarmi degna erede del pensiero nichilista di nietzsche.)
Capitolo 1:

 
Sono marco, ho 19 anni e proprio ora, mi ritrovo a seguire il corso di avviamento filosofico, all'università di Fisciano. 
Forse state pensando.. : aah bleah filosofia, una materia noiosa.. ed invece, non così noiosa con la professoressa Porca-sì. 
Già il cognome è una garanzia ahaha!  Scherzo ahah. 
È una professoressa abbastanza.. come dire.. provocatoria nel suo modo di vestirti, però al contempo è anche professionale. 
Ora sta camminando avanti e dietro davanti ai miei occhi, mentre spiega la filosofia cos'è secondo Heidegger. 

Professoressa:" Ragazzi la filosofia è una malattia! 
Non c'è nulla da fare, può appoggiarsi ovunque, ma.. tutto diventa a sua volta instabile! 
È un continuo domandarsi.. una ricerca affannosa e quasi impossibile.  Secondo Heidegger, tutto nasce dalla curiosità. 
Come i bambini, avete presente? 
I bambini fanno mille domande, il filosofo è lo stesso" 

È vero.. non sempre riesco a trovare delle risposte alle mie domande. Il suo ragionamento è giusto.. 
Ma guarda un pó Marco! È una professoressa universitaria, che ti aspettavi che diceva cazzate? 
Nono, però rispetto agli altri docenti che parlavano di platone o Aristotele o socrate, in modo etico e morale... effettivamente io che non ho mai studiato filosofia, perché provengo da un professionale..
non ho mai colto il vero senso della filosofia. 
cos'è e cosa serviva. 
Ora che la guardo attentamente, la professoressa ha un bel culo. 
Si nota, moltissimo grazie a questa gonna aderente e poi è corta.. chissà se si abbassa si può vedere qualcosa.. 
A interrompere i miei pensieri è la voce squillante della professoressa che ha iniziato ad esclamare: 

"Ragazzi dovete capire che non basta studiare i vari filosofi per essere a sua volta dei filosofi! Dovete capire cos'è la filosfia! 
Cogliere il suo senso! 
Secondo voi perché ho scelto proprio Heidegger?" 

Fece un attimo pausa, con la speranza che un qualcuno da una risposta. Ma c'è un silenzio tombale in aula.. 

" Ragazzi che il giorno dell'appello mi veniteva dire che Heidegger si è spostato, ha avuto dei figli e poi a sua volta, successivamente, ha avuto anche un relazione extraconiugale, con la sua studentessa 19enne Hannah Arendt, sinceramente non me ne può fregare." 

Nel frattempo, si è seduta sulla cattedra e ha accavallato le gambe. Non so se si rende conto che si trova davanti ai suoi studenti e lei ha un gonna che a malapena gli copre la patata. 
però la vista per lo meno per me è gradevole.. e lo vedo confermare quando poso lo sguardo sull'espressione di Antonio,il mio collega seduto accanto a me in prima fila, che è rimasto incantato a guardarla. 
In effetti, ha delle belle gambe nonostante sia piccola e cerca di camuffarlo indossando i tacchi. 
Il mio sguardo ritorna sulla sua figura, che sembra molto sicura di sé.. ora il mio sguardo si posa sul seno, perché ha lasciato di proposito la camicia aperta.. non ha un seno grandissimo, forse avrà una terza scarsa eppure non mi dispiace. 
Anzi, chissà come possono star bene tra le mie mani... 
I miei pensieri vengono subito dopo interrotti di nuovo dalla sua voce. 


professoressa:" Ragazzi non fate le mummie! 
Se un professore vi pone una domanda, non abbiate timore di rispondere. Nessuno nasce imparato! Secondo Heidegger, la filosofia va guardata con curiosità. Con quella voglia di scoprire. 
Anche se voi troverete le risposte alle vostre domande, il vostro cammino non si è concluso.. anzi! 
Dovete sempre mettere in gioco e in dubbio tutto ciò che vi circonda. Perché la filosofia è intorno a noi! 
Fin dall'antichità, se ci pensate l'uomo si è posto sempre delle domande. Il perché o secondo Socrate "che cos'è?".. secondo Heidegger i curiosi, appunto, per eccellenza erano i greci. 
Pensateci. 
Mileto..i presocratci. 
Vi rinfresco un pó la memoria! " 

Sembrava compiaciuta nel vedere le facce dei miei colleghi un pó stordite. In effetti, i presocratci sono stati prima dei filosofi  e nascono appunto in grecia e quasi tutti, in questa cittadina di mileto. 
Per un momento vedo che controlla il telefono, scatta all'improvviso dalla cattedra e comunica che la lezione ormai è giunta a termine. 
All'annuncio di queste parole bastano due minuti per creare il caos in aula.. tutti si affrettano di uscire il prima possibile dall'aula. 

Antonio mi riporta alla realtà ed esclama " compà anche tu ti sei incantato?" ed inizia a ridere. 

mi viene in automatico ricambiare la risata :" no compà anzi stavo riflettendo sul senso della vita." 

Antonio :" Addirittura? Azz e che filosofo, 30!" 

Marco :" Con lode compà! Andiamo a fumarci una sigaretta. " 

Passiamo accanto alla professoressa e la salutiamo, lei per un attimo alza lo sguardo e ricambia il saluto. Non ci dirigiamo dove sta la macchinetta del caffè, ma rimaniamo in questa ala della struttura, vicino all 'aula 20, usciamo fuori dalla porta di emergenza. Accendo un sigaretta e cerco di buttarmi in questo momento di gettatezza... Heidegger.. lei.. Madonna, neanche in questo momento non riesco a pensare ad altro. Antonio sicuramente 
, ha intravisto il mio viso turbato tanto che mi domanda s'è tutto apposto.
Faccio un cenno con la testa e faccio un altro tiro con la sigaretta.
Come posso riuscir a distrarmi?
Come posso essere uomo gettato nel mondo se non riesco a distrarmi?
A interrompere i miei pensieri arriva Annalisa, che mi saluta e mi strappa un bacio sulla guancia.


Annalisa :" Mi stai pensando?" mi sussurra all'orecchio con voce sensuale.


Rispondo con un secco No e lei per tutta risposta mi da uno schiaffo sul braccio.


Annalisa :" Sei il solito apatico."


La guardo divertito, purtroppo non riesco ad essere cosi affettuoso o un pó più umano con le persone che non conosco da molto.


Antonio:" Madonna oggi la professoressa è più arrapante del solito."


Annalisa fa una faccia schifata e si affretta nel aggiungere :" È una zoccola, già dal modo di vestirsi lo fa intuire.
Ma poi avete visto come si mette in aula?
Ma non si vergogna ad accavallare le gambe quando indossi una minigonna?
Ma fosse pure bella!
Ha quel naso di merda, a patata e lungo.. si mette vestiti aderenti che fa intravedere pure la pancia.
Ma chi fa arrapare? Forse i vecchi di 70 anni ma neanche! "


Antonio scoppia a ridere ed io non posso far a meno di guardare storto.
Mi sorprendo sempre di più della cattiveria che nutrono nel profondo delle loro viscere, le femmine.


Antonio :" Non sarà la 36enne più bella di questo mondo, però ha il suo perché."


Annalisa:" Perché è zoccola.
Chissà quanti cazzi avrà succhiato per ricoprire il ruolo del docente di avviamento filosofico.
Di certo non diventi professoressa universitaria, senza far nulla.
Ma poi che coraggio scoparsi questo cesso, piacerà agli uomini solo perché è facile da farsi montare. "


Intervengo perché sta andando oltre :


" Ora basta anna! Come fai a giudicare una persona solo dal suo modo di vestire? "


Annalisa :" Non solo dal suo modo di vestire, ma anche nel suo modo di porsi con i suoi studenti! "


Marco :" Può vestirsi anche da suora, ma poi fare la porca di nascosto.
La tua è solo invidia. "


Annalisa :" Invidia di che? È pure un cesso ahahahah. "


Me ne vado, senza salutare nessuno.
E mai possibile che una persona si deve soffermare solo sull'apparenza?
Eppure a lezione non dice cavolate, anzi gli brillano gli occhi ogni volta che menziona Heidegger.
Chissà se gli piace anche nietzsche..
nel mentre mi incammino verso la macchinetta del caffè, intravedo la professoressa incamminarsi nella stessa direzione.
E se la fermo?
E cosa le dico?
Vorrei sapere se le piace nietzsche.
E come faccio?
Ora o mai più.


Marco :" Professoressa"


Lei sobbalza e risponde :" Sii, mi dica."


Mi scrutava con quei piccoli occhi ricoperti un pó dalla frangetta, leggermente  lunga.


Marco:" Volevo sapere un libro dove posso approfondire meglio Heidegger."


Il suo sguardo si addolcisce, mi fa un sorriso e si affretta nel rispondermi :" Guardi, non  si preoccupi può studiare dalle dispense che vi ho  fornito."


pensa marco. PENSA.


Marco:" In realtà il suo pensiero rispecchia un pó forse quello nietzsche e volevo fare un confronto."


Il suo sguardo diventa di nuovo serio :" Beh, è un'affermazione che non va preso molto alla leggera.
È un piacere incontrare studenti desiderosi e affamati di conoscenza.
Ma le consiglio di assaporare con calma questo suo cammino.
Lei, sta ancora all'inizio e non deve correre."


Mi è venuto d'istinto risponderle subito :" Professoressa ma io ci tengo a conoscere meglio nietzsche!
purtroppo, non ho mai studiato filosofia come i miei colleghi e mi sento in svantaggio. "


Il suo sguardo si è di nuovo addolcito..sposta il suo sguardo sul telefono che ha in mano  e mi risponde :" Purtroppo, ora non possiamo affrontare questo discorso. Se lei è disponibile, oggi pomeriggio verso le 14:30, può venire nel mio studio ed approfondire questa tematica. "


Ho sorriso.
Ecco la mia opportunità!


Marco:" Certo. Dove si trova il suo ufficio?"


professoressa :" Al terzo piano, stanza 077. "


Marco:" Grazie le auguro buon proseguimento della giornata. "


Mi ha risposto con un anche a lei e ha ripreso ad incamminare.
Sono rimasto una decina di minuti a guardarla.. nonostante lei ha 36 anni è proprio piccola fisicamente rispetto a me.
Vabbe, io sono pure alto 1 metro e 90 centimetri, mi sembra logico che la vedo più piccola.. però nel suo sguardo ho colto una certa tenerezza.
Non è stato il solito sguardo che ha lezione, serio ed altezzoso.
Forse è stata una mia sensazione, ma l'ho vista diversa..


Il tempo scorre.. tutto scorre come dice Eraclito.
Sono le 14 e mezza e mi ritrovo nel suo ufficio.
Dopo un cordiale saluto mi invita a sedermi di fronte a lei, c'è solo una scrivania che ci divide.
lei si fa più indietro con la sedia ed accavalla le gambe.
Non riesco a distogliere lo sguardo da quella visione è lei che mi riporta alla realtà:


"Sii sta  distraendo, riporti la sua attenzione sul mio viso" il suo tono di voce sembrava provocatorio ed effettivamente, sul suo viso si vedeva chiaramente un sorriso.
Ha già capito che ho un debole per lei?


Professoressa : " Se un giorno avrà la fortuna di essere un docente, n'è a conoscenza che forse le sue stesse alunne potranno provocarla?
Lei che farà?
Cederà subito?"


Il suo sguardo è  penetrante e al contempo serio.
Sono rimasto muto.. non riuscivo a darle una risposta.
Effettivamente, se ci penso moltissime ragazze hanno determinati atteggiamenti solo per avere un 30 o un 18 facile.
Io sarò facilmente  corruttibile?


si sta piano piano avvicinando alla scrivania, appoggia le braccia e il seno sulla scrivania e mi sussurra :


" Anche lei è convinto che per occupare questo posto ho fatto la zoccola con qualcuno?"


Marco:"No!"


Sembrava divertita.


professoressa :" E chi le dà questa certezza, eh?"


Marco:" Sinceramente, anche nel modo di porvi sembra forse che è provocate, in realtà penso che sotto sotto rispettate una determinata etica morale"  

Sembra compiaciuta dalla mia risposta e nel frattempo ritorna a farsi più indietro con la sedia per accavallare le gambe. 
 
 
 Professoressa :” Lo sa che non è facile diventare docente?
 In particolar modo quello universitario. Non basta la bravura.. ma devi avere anche altre qualità.
 C’è chi è bravo a fare il leccaculo..
 Chi invece sa succhiare meglio i cazzi..
 E poi quelli che stanno sotto al loro relatore con la speranza che gli porga una mano.
 Non si aspetti che un qualcuno ottenga questo posto, solo ed esclusivamente con le proprie forze.
 Non faccia il mio stesso errore di dare la stima a un qualcuno, che non ha mai detto la verità.”
  
 La guardavo in modo confuso..non riuscivo a capire a chi si stava riferendo, eppure nel suo sguardo noto un accenno di malinconia.
  
 Marco :” Perché a lei cosa le è successo?” Mi viene spontaneo porle questa domanda..ormai la curiosità è alle stelle.
  
 Fece una risatina sforzata, per far capire che non era per niente divertente la domanda che gli avevo imposto.
  
 Professoressa: “ Chissà, comunque sono cose che non le riguardano.
 Le posso semplicemente dire , che da questa esperienza ho imparato qualcosa.”
  
 Fa un attimo di pausa e mi guarda dritto negli occhi per avere la sicurezza di mantenere un contatto visivo.
 Profess.:” Non posso ingannarla.
 Non posso dire che lei ha delle capacità se forse in fondo non le possiede.
 Il ruolo di un docente è quello di tirare il meglio di un proprio allievo, ma le posso assicurare che non è sempre così.
 Non perché noi docenti siamo degli incompetenti , ma perché lo studente in questo caso, si trova o si può trovare,in una determinata situazione che non predispone di adeguati  ha mezzi per raggiungere il proprio obiettivo.
 Lungo il mio percorso di insegnamento, ho incontrato studenti che nonostante all’appello riuscivano ad ottenere il 30.. alla fine per me non valevano nulla.
 Deve capire che non è neanche il voto a determinare una persona.
 Sono stata illusa nel valere un qualcosa, per una persona che di me non sapeva nulla.”
  
 Fece un attimo di pausa e il suo sguardo si posa fuori alla finestra.
 Sicuramente ricordarle il passato in qualche modo la può far stare male.
 Prof:” Purtroppo anche se lei o un suo collega ha una bassa autostima, quello che posso consigliare è di non farvi prendere dalla disperazione.
 Le parole buone..quelle di conforto posso aiutare, ma allo stesso tempo ferire.
 Possono illudere…
 Lei ha stima nei mie riguardi?”
 Il suo sguardo si posa velocemente di nuovo su di me.. mi scrutava con quei piccoli occhi, forse con la speranza di intravedere già una risposta nelle mie pupille, peccato o per fortuna che non sa leggere il pensiero.
 Marco:” Si, moltissimo.”
  
 Mi fisso per 5 minuti e poi fece un sospiro.
  
 Prof:” Lei è innamorato.”
 Per un breve instante mi è sembrato di avvertire il cuore fermarsi.
 E’ così evidente??
 E’ COSI’ EVIDENTEEEE?
 Non riesco a rispondere e il suo sguardo si addolcisce .. forse ha notato anche il mio imbarazzo.
  
 Prof.:”  Purtroppo non mi va di intraprendere una relazione con uno dei miei studenti. Non perché è  lei, ma semplicemente non mi va.
 Non mi va di illuderla e tantomeno non voglio che lei perdi la stima riservata nei confronti.”
  
 Marco:” non la perderà MAI!” il tono della mia voce si fa più alto alla pronuncia delle parole mai.
 Effettivamente sarà cos’?
 O forse..ha ragione lei?
  
 Scuote leggermente la testa per fare segno di no.
  
 Prof:” Marco, mi ascolti.
 Se deve raggiungere un obiettivo lo faccia sempre nei suoi riguardi senza dimostrare nulla a nessuno è questo che vuol far intendere Nietzsche.”
 Sorride.
 Ha trovato il mio punto debole.. Nietzsche.
 Ricambio il sorriso, mi sento complice di quell’attimo di intesa.
  
 Prof:” Sono del parere che la filosofia non è per tutti.
 Per quanto noi docenti ci sforziamo di far strada per la retta via per i nostri allievo, essi possono sperdersi.
 Possono continuare a rimanere bloccati dentro la caverna o rimanere intrappolati fuori dalla caverna.
 Ricorda ? Questo è il mito della caverna di platone, anche se io lo odio..penso che c’è un qualcosa di sensato in tutto ciò.”
 E’ riuscita a rapire il mio sguardo e soprattutto la mia attenzione , senza mettersi in qualche posizione provocatoria.
 E’ lei ne sembra sempre di più compiaciuta, mentre mi guarda si lecca velocemente il labbro superiore.
 Istinto?
 O altro?
  
 Prof:” Il mio compito non è di motivare di andare avanti, se una persona vuole mollare può farlo tranquillamente.
 Posso solo far capire a quella persona che fra tante alternative c’è quella di lottare.
 Non per trovare un elogia mento o un rigraziamento negli altri, ma per se stessi.
 Come ci sono arrivata alla cattedra non ha importanza, per me conta solo di trovare quei pochi che ritengo giusti ed aiutarli nel loro cammino.”
  
 Marco:” E gli altri?” domando curioso.
 Lei sorride: “ E gli altri sono svegli dormienti.”
  
 Rimango stupito. Ha ragione, moltissimi di noi crede e professa un sapere che in realtà non è il nulla.
 La gente sa, mormora..ma in realtà non può essere nulla.
 Pensano di essere svegli ma letteralmente stanno dormendo tra le loro idee e convinzioni .
  
 Nota che rimango un po' sorpreso e aggiunge:” le consiglio di leggere l’anticristo.
 E’ stato il mio primo libro in assoluto di Nietzsche.”
  
 Marco:” Certo dopo vado subito in biblioteca e lo prendo.”
 Inizia ridere: “ perfetto! Per qualsiasi cosa può contattarmi per via email e se ha bisogno di qualche aiuto o di un semplice confronto. Basta che mi contatti.”
  
 Mi sento al settimo cielo e la rigrazio.
  
 Prof:” Mi raccomando non scambiare questo mio gesto come qualche segnale che io possa ricambiare i tuoi sentimenti.
 Anzi qual è il tuo obiettivo?”
  
 Qual è il mio obiettivo?
 Era di diventare un psciologo ed ora?
  
 Marco:” A dir la veità volevo diventare un psicologo solo che non ho superato i test d’ingresso e per non finire solo a lavorare, ho deciso di venire a filosofia solo perché conoscevo così Nietzsche.
 Ma in realtà non so quale sia il mio vero obiettivo.”
  
 Si alza di scatto dalla sedia, lentamente gira la scrivania e si avvicina a me..:
  
 “Io penso che tu sai già cosa vuoi diventare ma temi che sia un qualcosa fuori dalla tua portata.”
  
 Conquistarti?
 Diventare come Nietzsche?
  
 Forse meglio la seconda altrimenti va a finire che mi caccia fuori dal suo ufficio.
  
 “Diventare come Nietzsche.. se riesco.”
 Lei sbatte le mani ed esclama: “Perfetto allora faccia il possibile per raggiungere il suo obiettivo!
 E in tal caso anche se non ci riesce, non si scoraggi, se ne cerchi un altro!”
  
 Mi alzo dalla sedia e lei sposta la testa di lato..chissà cosa sta pensando.
  
 Marco:” Grazie mille.
 La stimo tantissimo.”
  
 Prof.:” Si figuri.
 E poi ha scelto un obiettivo impossibile le dico la verità già in partenza .”
 Nel suo sguardo sembra che c’è un velo di malizia o è solo una mia sensazione?
  
 Prof:” Purtroppo sono io la unica e degna erede di nietzsche, quindi può scegliersi già un altro obiettivo.”
  
 Azz.
 Ma guarda tu sta stronza, ha avuto la faccia tosta di dirmelo pure in faccia , ma quanto cazzo se la tira?
 Scuoto la testa e rispondo : “ Professoressa, purtroppo non le posso dimostrare nulla, ma non vi nascondo che quando raggiungerò tale obiettivo mi ricorderò di voi e delle vostre affermazioni.”
 Lei inizia a ridere di gusto:” Ne sarò lieta vedere che un mio allievo mi superi, quindi faccia del suo meglio.
 Le auguro buon proseguimento della giornata, ora devo scappare a fare delle faccende, quindi si affretti a uscire dal mio ufficio.”
 Mi porge la mano e mi apre la porta.
  
 Prof:” Arrivederci marco.” 
 Nel suo sguardo c’è tanta dolcezza e le sue parole sembravano quasi un sussurro.. forse sono diventato uno dei pochi?
  
 Marco:” Arrivederci professoressa.”
   

Biblioteca:

Ecco qui una serie di link dove potete scaricare in formato pdf alcuni libri.
Attenzione alcuni possono essere a pagamento!:
  • L’anticristo ( Nietzsche)
  • La gaia e la scienza (Nietzsche)
  • La repubblica (Platone)
  • et ecc

Foto/Gif :

Regolamento:

  • Rispettare tutti gli utenti,
  • Non essere scurrili,
  • Non manifestare l’odio verso gli altri,
  • Per pubblicare determinate cose bisogna avere la maggiore età,
  • et ecc..

Machu Picchu


BENVENUTO NEL MIO SITO WEB!

Ciao ragazzi! Piacere di conoscervi virtualmente.

Siete viaggiatori a cui piacciono le avventure? Costantemente alla ricerca di un equilibrio interiore? La natura vi affascina? Allora siete sul blog giusto.

Il Machu Picchu è una delle sette meraviglie del mondo moderne ed è stata l’esperienza più cool che abbia mai fatto.
Allora perché non creare un sito web facendo si che questo sito archeologico Inca diventi una delle mete più gettonate tra i ragazzi?

Il Machu Picchu regala emozioni ed esperienze uniche, infatti, dopo diversi giorni di faticose scalate ci si ritrova lì, sul tetto del mondo, sentendosi liberi.

Una città coloniale, un sentiero arduo, un viaggio nella storia attraverso un paesaggio mistico. Basterebbe questa premessa per scuotere l’animo di ogni viaggiatore.

Ma se, cari ragazzi, siete ancora indecisi, leggete e fidatevi delle parole di Jack Kerouac: “Pensa alla grande rivoluzione planetaria che ci sarebbe se milioni di ragazzi di tutte le parti del mondo con i loro zaini sulle spalle cominciassero ad andare in giro per la natura.”

Cosa visitare a Machu Picchu:

CAMMINO INCA

HUAYNA PICCHU

TEMPIO DELLA LUNA

Alcuni amici sono già partiti, tu cosa aspetti?

Pubblici-Tea

Pubblici-Tea:
prenditi una pausa

Oggi la comunicazione di massa è tanto pressante e invasiva, e noi del Pubblici-Tea lo sappiamo bene. Gustati una pausa in nostra compagnia, mentre discutiamo degli argomenti più caldi secondo l’opinione pubblica: l’idea di una “famiglia perfetta”, l’oggettificazione del corpo femminile, l’oppressione dei ruolo di genere, politically correct, white washing, e… molto altro.
Stanco delle ipocrisie della moderna società? Cerchi un confronto attorno ai massimi sistemi, ma non mastichi troppo il ‘politichese’? Nessun problema. Con noi del Pubblici-Tea scoprirai che c’è molta più critica sociale di quanto ti aspetti dietro un semplice, ammiccante spot per intimo.

Scrollati di dosso lo stress …allora, nel tuo tea ci vuoi zucchero o latte?

L’opinione pubblica non dorme mai. E neanche la redazione del Pubblici-Tea. Cosa ne pensi di questo o quello spot? Parlacene e noi approfondiremo per voi, e con voi, l’argomento!

Contact us: redazione.pubblicitea@gmail.com

Seguici in tempo reale su Instagram: @redazione_pubblici-tea / @veneziano_enza

  • Team – chi siamo, cosa facciamo e perchè ci diverte tanto farlo.
  • Réclame – hai visto in tv un nuovo spot? forse ne abbiamo già parlato, dai uno sguardo!
  • Marchio Registrato – storia dei marchi registrati che hanno arricchito il nostro vocabolario.
  • Carosello– ricordi 50 anni fa, le soubrette sorridenti, i prezzi in lire?
  • Export– fuori dall’Italia e fino ai confini del mondo.
  • Cine-Tea– teaser e trailer per gli amanti del cinema.
  • Tea-Time– chiacchiere libere.

Pubblici-Tea per il sociale:

Suricate’s world

Se vuoi conoscere i suricati, le loro abitudini, varie curiosità e tanto altro, allora sei nel posto giusto!


Inviaci la tua foto!

VOI E I SURICATI

STUDI E FOSSILI


Per avere la possibilità di interagire con noi, attraverso un solo click (cliccando su ‘un solo click’ si aprirà direttamente il link per iscriversi) e l’inserimento della tua e-mail personale, puoi iscriverti alla nostra newsletter, così da ricevere una volta a settimana aggiornamenti relativi non soltanto ai suricati e più in generale agli Erpestidi, ma anche a tante altre specie animali (soltanto se selezionato da te).

Inoltre, attraverso il nome utente ‘suricatesworld’, puoi trovarci anche su Facebook, Instagram e Twitter.
E’ garantita risposta immediata o entro max. 1 ora.


  • Biologia: classificazione scientifica, alimentazione, riproduzione, ciclo vitale, comportamento (vengono esposte le abitudini dei suricati, i loro modi di organizzare la vita familiare e lo stile di vita che adottano, stato di conservazione) – differenze con altre specie di Erpestidi
  • Dove trovarli/Mappe: visualizzazione dei posti e delle aree naturali nelle quali sono maggiormente diffusi i suricati attraverso una mappa che permette un’individuazione più specifica
  • Gallery: tutte le fotografie in aggiornamento nella slider situata nella prima parte del sito le trovi ordinate qui
  • Webcam: modo diretto per osservare live, in qualsiasi momento la famiglia di Clinki, una famiglia di suricati che si trova nel
    sud dell’Africa
  • Contatti
  • Lingua: possibilità di variare la lingua del sito e di scegliere tra l’italiano, l’inglese e il francese

MARY’S CLUB

Manca poco alla prova costume, cosa state aspettando? Iscrivetevi anche voi alla “Mary’s Club” che vi offre pacchetti vantaggiosi e non solo, anche Trainers qualificati che oltre a seguire il vostro allenamento, insieme ad un nutrizionista vi consiglieranno un piano alimentare da seguire.

“ALLENA LA PARTE MIGLIORE DI TE STESSO”

SCOPRI LE QUATTRO DIMENSIONI DELL’ALLENAMENTO.

Entra a far parte della Mary’club e prenditi cura di te attraverso quattro dimensioni: Equilibrio, Stabilità, Forza e Resistenza.

Allenamento funzionale su Grid, functional boxing Punch, Yoga nelle versioni Align, Calm e Strength, Revolution cycling, Reformer Pilates.

  • CORSI E ORARI
  • TRAINERS
  • DOVE SIAMO?
  • TARIFFE
  • CONTATTI

▼1 MESE OMAGGIO L’estate è ormai vicina! Iscriviti entro il 30/05 per avere 1 mese in omaggio.

#micolorodiblu

Dalla parte degli autistici

L’associazione #micolorodiblu onlus ha come scopo sensibilizzare genitori,insegnanti e alunni riguardo le caratteristiche dello spettro autistico poichè è una realtà sempre più diffusa. L’autismo è una realtà dove chi ne soffre é distaccato dalla realtà e soprattutto è rinchiuso nei suoi sogni e nei suoi desideri. Per questo motivo,ciò che possiamo fare per sostenere la ricerca e in particolar modo le famiglie,è dedicare a chi ne è affetto pazienza,costanza,tanto amore e soprattutto si può costribuire a tutto ciò partecipando alle manifestazioni,marce e tanti altri eventi che questa associazione organizza continuamente per sensibilizzare/informare quante più persone possibili.È fondamentale inserire all’interno delle scuole degli operatori che possono seguire i bambini/ragazzi,così da insegnargli a reindirizzare i comportamenti mentali attraverso il gioco. L’autismo è un puzzle che si può completare solo con l’Amore.

  • Menù
  • Chi siamo
  • Mission
  • Donazioni
  • Contatti

ITALIA AL PIATTO

l’unico sito in cui la differenza la fai tu

IL NOSTRO PROGETTO
ITALIA AL PIATTO nasce come ricettario unico e irrinunciabile in cui raccogliere la testimonianza di un’Italia ricca di tradizioni culinarie che caratterizzano tutte le regioni da nord a sud, cercando di preservare l’identità culinaria di ognuna di esse tramite la tua partecipazione attiva!

IL TUO CONTRIBUTO

Grazie al tuo contributo avremo la possibilità di collocare ogni ricetta all’interno delle regioni le cui tradizioni culinarie la includono, di conoscerne le varianti e le rivisitazioni e potremo ampliare il nostro ricettario grazie alla condivisione delle tue ricette di famiglia!

  • Facci sapere se le ricette che hai visitato oggi fanno parte della tua tradizione regionale utilizzando la sezione “Regione” situata alla fine di ogni ricetta.

  • Lascia la tua rivisitazione delle ricette nella sezione “A modo tuo” situata alla fine di ogni ricetta oppure una ricetta di famiglia nella sezione “A casa tua” e vota per le rivisitazioni e le ricette degli altri utenti che più ti convincono, le ricette più votate verranno inserite all’interno del Ricettario Ufficiale del sito.

Nel terzo quadrante sono inserite sia le References, in modo tale che, se ricambiate, il sito venga visualizzato su più piattaforme e quindi possa raggiungere più click possibili in maniera totalmente gratuita, sia parte dell’immagine che compone insieme al menù il quarto quadrante che restituisce un’immagine visiva chiara del progetto, l’immagine della cartina dell’Italia in cui ad ogni regione è sovrapposta l’immagine di un piatto tipico della regione


RICETTE STORIA DELLA TRADIZIONE A CASA TUA TUTORIAL rimando ai social.

sempre giovane

sempre giovane

  • senza mentire, tutti vuolono rimanere sempre giovani. Percio, questo sito da la possibilità di essere per lungo tempo possibile giovane. Il segretto è il cibo e lo sport. Il nostro desiderio è la salute di tutti.

Siamo a Santa Lucia piazza felice Baldi. Per trovarci, andate semplicemente sul nostro sito. Troverete tutte le informazione.

  • Con noi, la salute è sempre buona. Siamo meglio che li altri perché abbiamo con noi dei specialisti nelle materie.
  • venite e poi basta