Per contatti scrivi a

webmaster@ingecom.it

I nostri ERP/CRM

SELENE Pharma

Titolo

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait

VIAGGIARE LAVORANDO

La nostra Campania ha sempre attirato visitatori di tutto il mondo, ospitando fin dai tempi più antichi illustri poeti, scrittori e musicisti. Affascinati in prima persona dalle meraviglie di questi luoghi, siamo orgogliosi di offrirti la possibilità di intraprendere il tuo viaggio nell’entroterra campano a costo zero. Ci rivolgiamo a tutti coloro che, come noi, amano follemente viaggiare ma temono che occorrano troppi soldi per prenotare un hotel. Si tratta di un progetto di scambio, che consiste nel farsi ospitare in cambio di alcune ore giornaliere di lavoro. Le tipologie di lavori spaziano dall’insegnare una lingua o uno sport al pulire una casa o ancora ristrutturare un’abitazione e così via… Per cui, se sei un viaggiatore pronto a lanciarti in nuove avventure ma magari semplicemente un po’ squattrinato, cosa aspetti?

“Comincia la tua esperienza di viaggio/accoglienza basata sui principi di scambio e reciprocità, che ti consente di entrare in contatto con le diverse realtà della Campania!”

La nostra idea è quella di creare un sito di scambio e dunque una comunità di persone le quali credono che dare una mano e riceverla sia da entrambe le parti il modo migliore per migliorare se stessi. Come palcoscenico del nostro progetto siamo orgogliosi di godere dell’ospitalità di una delle terre più calorose ed accoglienti al mondo. Diverse e variegate sono le esperienze dei nostri impavidi viaggiatori, sempre pronti a salire sul prossimo aereo, a masticare nuove lingue e dialetti e ad assaggiare specialità locali direttamente dalla pentola della nonna.

Siamo fieri di riportare qui di seguito l’esperienza di Ginevra (22 anni) e Davide (28anni), che hanno deciso di condividere insieme a noi il loro magnifico soggiorno a Napoli.

Ginevra racconta: “Diciamo che, fin da subito, il profilo della signora Assunta ha ispirato in entrambi una certa simpatia. E’ per questo che, una volta ricevuta l’approvazione della nostra richiesta di ospitalità, ci siam precipitati sul primo Frecciarossa e da Milano, in quattro ore, ci siam ritrovati dritti nel cuore della città. Tra l’altro noi due è proprio così che ci siam conosciuti: in treno, sempre più innamorati dei viaggi fuori dai tracciati più battuti. Alla stazione fu impossibile non riconoscerla: capelli corvino raccolti nell’inconfondibile “tuppo” (acconciatura da donna con capelli raccolti tipo chignon), già indiscusso protagonista della sua foto profilo, carnagione olivastra e sorriso materno. Vedova da ormai più di vent’anni, ci ha ospitati nella sua umile e profumata dimora, al primo piano di un antichissimo palazzo in via Spaccanapoli. Quando varcammo la porta di casa un profumo delizioso invase il nostro olfatto e dopo pochissimo anche i nostri palati a suon di “pasta patate e provola”, uno dei piatti preferiti di suo marito. In cambio della sua ospitalità la signora Pupetta chiedeva solo una mano con le faccende domestiche e con la cura del suo balconcino, su cui crescevano gerani e gelsomini rampicanti. Di solito trascorrevamo l’intera mattinata con lei e dopo pranzo, a pancia piena, avevamo l’intero pomeriggio per visitare la città. Su consiglio della nostra Host partenopea, ci siamo recati al museo di Capodimonte: una villa museo aperta al pubblico, circondata da giardini rigogliosi e una vista mozzafiato sulla città. Da lì lo sguardo si apre su Ischia e Capri, che saranno sicuramente le mete del nostro prossimo viaggio. Dopo aver girato per le piazze principali, praticamente situate solo a pochi passi dalla nostra abitazione, ci siamo poi dedicati alla cultura, ovvero ai siti archeologici della citta, che raccontano dei primi insediamenti greci e romani. I laghi di origine vulcanica sono la prima cosa che abbiamo deciso di vedere, uno su tutti quello raccontato da Dante: il Lago D’Averno attraverso cui Caronte traghettava le anime dannate. Dopodiché, per capire meglio il paradiso terrestre in cui ci trovavamo siamo saliti al Castello Aragonese di Baia, dove si gode di una vista imperdibile sul mare e dove si può visitare il Museo Archeologico dei Campi Flegrei, che espone documenti e reperti preziosi. Quel sabato c’era anche una lezione di yoga all’aperto e l’energia dell’universo era palpabile. Ogni sera Pupetta ci aspettava affacciata al balcone con uncinetto e ferri tra le mani, pronta per deliziarci con un’altra delle sue specialità. Sul tardi, poi, dopo averle augurato una buonanotte, scendevamo a bere una peroni (che al massimo pagavamo un euro…prezzi impensabili per Milano) ai “baretti”, nel famoso quartiere di via Chiaia, sempre stracolmo di giovani e di vita. E’ un’esperienza che porteremo sempre con noi e che ci ha arricchiti umanamente e culturalmente. Grazie mille zia Pupetta, a presto!”

Invitiamo sia i viaggiatori che gli host a lasciare una propria recensione, raccontando quindi la propria sincera esperienza, per indirizzare al meglio i contatti futuri e tracciare le linee guida per le nuove avventure.

ISCRIVITI:Ogni iscritto, sia volontari (viaggiatori) che host (ospitanti, che pubblicano il loro annuncio con la loro offerta di collaborazione), necessita di un proprio profilo. Dunque, per poter interagire con il sito è opportuno iscriversi. L’iscrizione è gratuita e può avvenire individualmente oppure in coppia. Una volta completata l’inscrizione (che garantirà l’attribuzione dei rispettivi “username” e “password”), il volontario può cercare un host in base al proprio tipo di attività e alla destinazione preferita.

Qui di seguito ti suggeriamo solo alcuni esempi di posti in Campania, che con il vostro contributo vorremmo trasformare in luoghi “senza porte”, ossia aperti all’ospitalità, da noi classificati in base al tipo di viaggio di cui probabilmente ognuno di noi potrebbe aver più bisogno. Dunque, divisi secondo la propria capacità di prendersi cura rispettivamente di:

MENTE: un tuffo nella storia attraverso le aree archeologiche di Ercolano e Pompei;
ANIMA: sei pronto ad affacciarti sul balcone della Costiera amalfitana, sospeso tra il mare blu cobalto e le pendici dei monti Lattari, in un rincorrersi di vallate e promontori tra calette, spiagge e terrazze coltivate ad agrumi, viti e ulivi?
CORPO: Concediti una pausa dalla solita routine quotidiana in quel di Ischia: paradiso del benessere da oltre duemila anni. 

Angela Vastola
Angela Vastola

Devi aver effettuato il login per pubblicare un commento.